Storia della roulette

Il gioco della roulette è uno dei più amati da sempre e sono tantissime le ipotesi sulle sue origini. Secondo alcuni questo gioco fu inventato dai Greci che per giocarvi utilizzavano le ruote del carro. Ma la vera roulette moderna fu inventata da uno scienziato francese chiamato Pascal, appssionato studioso di calcolo delle probabilità. In francese il termine roulette significa appunto “piccola ruota”.
Questo gioco ebbe subito un inaspettato successo tanto che, intorno al ventesimo secolo, il cardinale Mazzarino decise di aprire numerosi casino per alimentare le casse dell’erario. Solo pochi anni dopo, attorno al 1865, il gioco della roulette venne vietato in Francia e Germania e molte case da gioco si trasferirono cosi a Montecarlo.

gioco-roulette

Ma il suo successo non si spense affatto, anzi incominciò a diffondersi a macchia d’olio in tutta l’America che si appassionò ben presto al gioco. E proprio l’America lo fece diventare cosi famoso.

Le prime roulette erano costituite da 36 numeri di cui 18 neri e 18 rossi. Lo zero venne introdotto solo ne 1843 in una roulette all’interno di un casino tedesco.

In America venne invece introdotta una roulette con due 0, chiamata roulette americana, e per questo più favorevole al banco, mentre in Europa rimase quella con lo zero singolo e venne detta roulette europea.

Ancora oggi il gioco della roulette continua ad affascinare milioni di giocatori e diverse sono anche le credenze su questo gioco che veniva considerato demoniaco. Questo perchè sommando tutti i numeri della roulette si ottiene il numero 666, che è considerato il numero di Satana.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*